Impresa 8108 Blog

Il Blog ufficiale di Impresa 8108

“Statuto del lavoro autonomo”: approvato il disegno di legge che agevola le partite IVA


Il nuovo “Statuto del lavoro autonomo”, recentemente approvato dalla Camera, nasce con l’obiettivo di garantire una maggiore tutela per i possessori di partita IVA (quasi due milioni).

Il Disegno di Legge, per cui si attende l’approvazione in via definitiva al Senato, contiene "misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato".

Quali sono le principali novità?

  • Aumento della soglia di deducibilità, fino a 10 mila euro annui, per i corsi di formazione o aggiornamento, master, congressi e convegni;

  • un massimale annuo di 5 mila euro per le spese per i servizi di certificazione delle competenze, orientamento e sostegno all'autoimprenditorialità;

  • la possibilità per i lavoratori autonomi di partecipare ad appalti pubblici o ai bandi per l'assegnazione di incarichi individuali di consulenza o ricerca. I professionisti, per partecipare ai bandi, possono istituire reti, consorzi stabili, associazioni temporanee professionali. I lavoratori autonomi sono equiparati alle PMI per l'accesso ai piani operativi regionali e nazionali a valere sui Fondi strutturali europei;

  • la maggiore tutela contro i ritardi nei pagamenti: saranno considerate abusive le clausole che prevedano termini di pagamenti oltre i 60 giorni dalla data di ricevimento della fattura o richiesta di pagamento, o che consentano la modifica unilaterale del contratto da parte del committente;

  • in caso di grave infortunio o malattia, il versamento dei contributi e dei premi può essere sospeso fino ad un massimo di 2 anni;

  • sospensione del rapporto di lavoro con il committente fino ad un massimo di 150 giorni senza che debba essere estinto;

  • l’introduzione dello smart working come una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato, previo accordo tra le parti, attraverso l’utilizzo di strumenti tecnologici, eseguito in parte all'interno dell'azienda e in parte all'esterno. Il lavoratore e il committente definiranno all’interno dell’accordo anche i tempi di riposo (diritto alla disconessione). Il trattamento economico dovrà essere equiparato ai lavoratori che che svolgono le stesse mansioni all`interno dell`impresa;

  • aumento del congedo per maternità da 3 a 6 mesi fruibili entro il 3° anno di vita del bambino a prescindere dall'astensione dall'attività lavorativa;

  • l’indennità di disoccupazione per i collaboratori, la  Dis-coll, diventerà strutturale a partire da luglio 2017 e sarà estesa ad assegnisti e dottorandi di ricerca con borsa di studio, a fronte di un incremento dell'aliquota contributiva dello 0,51 per cento.

 



Il blog di Impresa8108 è uno spazio informativo su tutti i temi di interesse per l’impresa ed i professionisti della sicurezza. Tutte le novità in materia di sicurezza ed igiene del lavoro, chiarimenti sulla normativa, editoriali, approfondimenti tecnici.