Impresa 8108 Blog

Il Blog ufficiale di Impresa 8108

Manifestazioni pubbliche: la Direttiva Gabrielli sulle nuove misure di sicurezza


In seguito ai fatti accaduti a Torino durante la finale di Champions in Piazza San Carlo in cui sono rimaste ferite migliaia di persone, il Capo della Polizia e Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli ha diramato la Circolare 7 giugno 2017 contenente le misure di Safety e Security da adottare durante le pubbliche manifestazioni.

 

Per garantire la SAFETY (salvaguardia dell’incolumità delle persone) dovranno essere imprescindibilmente adottate le seguenti misure di sicurezza:

  • valutazione della capienza massima sostenibile dell’area, soprattutto se di libero accesso. Se possibile, gli accessi dovranno essere monitorati tramite sistemi di numerazione progressiva, bloccando l’entrata (anche attraverso l’intervento delle forze di polizia) laddove si esaurisca la capacità ricettiva;

  • percorsi separati di ingresso e deflusso del pubblico, con relative indicazioni;

  • elaborazione di un piano di emergenza e di evacuazione per ogni evento, predisposizione di mezzi antincendio e indicazioni sulle vie di fuga e sulle modalità di allontanamento del pubblico in maniera ordinata;

  • suddivisione dell’area di interesse in: spazio centrale per il pubblico e spazi laterali per l’intervento dei mezzi di soccorso;

  • impiego da parte dell’organizzazione di un numero adeguato di operatori appositamente formati per accoglienza, instradamento, regolamentazione dei flussi in caso di evacuazione e assistenza;

  • predisposizione di spazi di sosta e manovra per i mezzi di soccorso;

  • piano redatto dalla componente di emergenza e urgenza sanitaria che individui una pronta assistenza sanitaria, con la specificazione di punti di primo intervento (fissi o mobili) e dell’ospedale di riferimento più vicino, chiarendo capienza e specialistica dello stesso;

  • presenza di impianti sonori e/o visivi per comunicazioni da parte dell’organizzazione o delle autorità su deflusso e comportamenti da tenere in caso di emergenza;

  • l’organizzazione dovrà valutare la possibilità di divieto di somministrazione e vendita di bevande in contenitori di vetro.

 

Tali indicazioni dovranno essere specificate nel DVR (Documento di valutazione dei rischi) del singolo evento, redatto a seguito di preventivi sopralluoghi nell’area di interesse, allo scopo di individuare le vulnerabilità e adottare misure di sicurezza da parte dell’organizzazione.

 

La pianificazione dei servizi di SECURITY che tuteli l’ordine e la sicurezza pubblica, deve rispettare i seguenti requisiti:

  • valutazione delle minacce e predisposizione di un dispositivo di ordine pubblica;

  • rilevazione e mappatura di eventuali sistemi di videosorveglianza presenti nelle zone dell’evento, collegandole poi con la sala operativa delle questure;

  • previsione di servizi di vigilanza a largo raggio al fine di circoscrivere ogni possibile pericolo e conseguente sviluppo di piani di contrasto;

  • protezione e bonifica dell’area da parte di personale specializzato e di adeguate attrezzature tecnologiche;

  • predisposizione di aree di prefiltraggio ai varchi per eseguire mirati controlli sul pubblico al fine di impedire l’introduzione di oggetti pericolosi;

  • sensibilizzazione degli operatori per la propria e l’altrui incolumità.

 

L’organizzazione dell’evento dovrà avvalersi del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e degli operatori della Polizia Locale per l’analisi e la valutazione delle pianificazioni di intervento.

 

Da tali misure di sicurezza vengono esonerati gli organismi previsti dalla normativa di settore quali le commissioni provinciali e comunali di vigilanza sui pubblici spettacoli, le competenze del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, del Centro Operativo Comunale (C.O.C.), del Centro Operativo Misto (C.O.M.) e del Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.).

La Prefettura di Torino inoltre ha diramato le seguenti disposizioni sul rapporto tra la squadra sanitaria e gli spettatori:

  • fino a 5.000 spettatori: 1 squadra sanitari;

  • da 5.000 a 10.000 spettatori: 2 squadre sanitarie;

  • da 10.000 a 20.000 spettatori: 3 squadre sanitarie.

 



Il blog di Impresa8108 è uno spazio informativo su tutti i temi di interesse per l’impresa ed i professionisti della sicurezza. Tutte le novità in materia di sicurezza ed igiene del lavoro, chiarimenti sulla normativa, editoriali, approfondimenti tecnici.