Impresa 8108 Blog

Il Blog ufficiale di Impresa 8108

Impact RLS: Inail indaga sui modelli partecipativi per la salute e sicurezza sul lavoro


Quali sono le condizioni in cui operano i RLS (Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza) a livello aziendale, territoriale e di sito produttivo?

Questo è il tema fondante dell’Impact – RLS, “Indagine sui modelli partecipativi aziendali e territoriali per la salute e la sicurezza sul lavoro: il ruolo dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza e le interazioni con gli attori della prevenzione”.

Il progetto è finanziato dall’Inail e condotto dal Politecnico di Milano insieme alla Fondazione Di Vittorio e all’Università di Perugia, con la collaborazione di Cgil, Cisl, Uil e del "Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambiente" dell’Inail.

 

Obiettivi

Lo studio ha esteso l’indagine nazionale (già effettuata nel 2004) ad un campione rappresentativo di tutta la popolazione di RLS, con l’obiettivo di diffondere modelli partecipativi virtuosi per la Sicurezza sul Lavoro nel nostro Paese, superando le criticità esistenti grazie a relazioni costruttive e sinergie tra gli attori del processo.

 

Campione e Questionario

La popolazione di riferimento dell’Indagine è costituita da RLS di imprese pubbliche e private, con 10 o più dipendenti operanti sul territorio italiano. 

Sono stati somministrati 2.485 questionari, di cui 2.352 a RLS aziendali e 133 a RLST (rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale). L’età media degli intervistati è di 48 anni, l’80% è di sesso maschile. Sono stati sottoposti due questionari, online e cartaceo, strutturati grazie alla partecipazione di strutture sindacali quali Cgil, Cisl e Uil.

Le domande hanno toccato punti nevralgici della sicurezza sul lavoro: dalla natura dei rischi (chimico, fisico, ergonomico), al rapporto politica-sicurezza, al coinvolgimento dei lavoratori nelle problematiche del settore.

 

Principali Criticità

Tra le criticità individuate dai RLS nello svolgimento della propria funzione, si rilevano difficoltà nel rapporto stesso con i lavoratori, mancando momenti e strumenti di consultazione e confronto. Inoltre, si segnalano problematiche nel rapporto con le aziende, per il diverso grado di cultura della sicurezza posseduto da ciascuna.

Ciò che emerge in sostanza è la scarsa considerazione della figura del RLS come attore chiave del processo di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza. Il riconoscimento del suo ruolo avviene solo in unità produttive con sistemi di gestione maturi, laddove sia stato riconosciuta la sicurezza come priorità strategica per l’azienda.

 

Risultati

Dai risultati dei questionari emerge come aspetto importante l’alta consapevolezza da parte dei RLS dei rischi presenti nell’ambiente di lavoro e il loro impegno costante nella tutela dei lavoratori. La figura in questione risulta essere mediamente soddisfatta nello svolgimento del proprio ruolo, che in molti casi permette di valorizzare competenze specifiche, sia tecniche che relazionali.

 

Come rafforzare le competenze del RLS?

Il primo elemento che rende centrale il ruolo di RLS è la sua formazione, che deve mirare al rafforzamento prograssivo di competenze tecniche avanzate, principalmente in tema di valutazione del rischio e di competenze legate alla comprensione dei modelli e dei processi tipici dei sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

Nell’ottica dei rapporti orizzontali del RLS, è risultato necessario sviluppare politiche a favore di pratiche aziendali che promuovano e rafforzino le relazioni tra i RLS e gli attori della prevenzione che rivestono ruoli più operativi, quali RSPP, medico competente e/o preposti.

 

 

 

 

Leggi qui il testo completo dell'indagine.

 



Il blog di Impresa8108 è uno spazio informativo su tutti i temi di interesse per l’impresa ed i professionisti della sicurezza. Tutte le novità in materia di sicurezza ed igiene del lavoro, chiarimenti sulla normativa, editoriali, approfondimenti tecnici.