Impresa 8108 Blog

Il Blog ufficiale di Impresa 8108

Cassazione: è giusto il licenziamento per chi istiga alla violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro


Con la sentenza n. 7338 del 22 marzo 2017, la Corte di Cassazione ha legittimato il licenziamento disciplinare per il lavoratore che istiga alla violazione delle norme di sicurezza.

 

I fatti contestati risalgono al 2011 quando l’azienda ha intimato al proprio responsabile di produzione il licenziamento disciplinare per avere impiegato, per un mese e mezzo, tre dipendenti addetti alla macchina robot dell’isola di saldatura indicando loro i modi per eludere le procedure di sicurezza previste.

Nello specifico, i lavoratori adottavano una procedura per cui, trovandosi all’interno della macchina da loro utilizzata, la attivavano premendo il pulsante esterno con il braccio, eludendo così la fotocellula di sicurezza che impedisce l’accensione della macchina nel caso in cui l’operatore si trovi all’interno scongiurando il pericolo di schiacciamento.

In questo modo, il responsabile di produzione, con l’intento di velocizzare ed incrementare e le lavorazioni, ottimizzava i tempi morti in fase di lavorazione, indispensabili invece ai fini della sicurezza sul lavoro.

La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso presentato dal responsabile di produzione, legittimando il parere espresso in precedenza dalla Corte d’Appello: la violazione delle procedure di sicurezza stabilite per preservare l’incolumità dei lavoratori è da considerare di eccezionale gravità e lede il rapporto di fiducia tra datore di lavoro e responsabile della produzione.

A niente sono quindi servite le obiezioni del lavoratore che ha giustificato le sue azioni in nome di un “malinteso”.






Il blog di Impresa8108 è uno spazio informativo su tutti i temi di interesse per l’impresa ed i professionisti della sicurezza. Tutte le novità in materia di sicurezza ed igiene del lavoro, chiarimenti sulla normativa, editoriali, approfondimenti tecnici.